Immagine: …DI GIOSTRA IN GIOSTRA…19 Gennaio 2013 Appuntamento 1

Da un idea de il TAURUS e della compagnia i SOGGETTI:

 DI GIOSTRA IN GIOSTRA…

..macro-spettacolo di micro-performance…

logook copia

Sabato 19 Gennaio 2013 ore 21:30 presso:

Circolo Arci Café Liber

IN SCENA:

Francesco Sgrò e Pino Basile

Estratto di J.A.N.D. (Just Another Normal Day)

di Francesco Sgrò – con Francesco Sgrò e Pino Basile – Musiche Pino Basile

Con Just another normal day metto in scena il mio mondo interiore, dove tutto è verosimile ma mai completamente reale. Abito un mondo che è il mio, che non necessariamente risponde alle leggi fisiche e comportamentali normali, gli oggetti appaiono e scompaiono dalla scena, sono manipolati e trasformati, assumono una vita propria, ma non solo.

pinobasile.com vimeo.com/48070669

Giovanni Fiore

OGNNI ANN.

Nuove avventure e nuovi episodi di un personaggio senza tempo e senza luogo. Il suo nome è GIO’ X. In questa avventure GIO X con il maestro Fedrico s’improvviserà un cantattore, tutto attaccato. Il duo fra gag e musica dal vivo, proveranno a far ascoltare in rima umoristica un elegia anacronistica dialettale ma comprensibile, e suderanno per evocare ciò che ogni anno avviene, e che è appena passato.

giovannifiorepantomix.blogspot.it/

Alberto Spagone

Sospensione”

Studio sulla stasi.

Attraverso l’identificazione tra uditore e testo,

la sperimentazione del sentimento dello stare senza peso eppure inevitabilmente col culo sulla sedia.

www.myspace.com/alberto.spagone

Ass. Onda Urbana

L’Associazione giovanileOnda Urbana Onlusnasce nel giugno 2007, si propone di realizzare progetti rivolti anzitutto alla popolazione adolescente e giovanile, con una particolare attenzione verso le zone periferiche, gli immigrati, le condizioni di marginalità sociale.

Gli obiettivi che Onda Urbana persegue sono molteplici: la valorizzazione dell’incontro tra le diverse culture, la costruzione dell’identità individuale attraverso il confronto con i coetanei, l’integrazione sociale per tutti gli adolescenti e i giovani in condizioni di marginalità, non solo per gli stranieri. È per questo che ci si avvale di interventi diversificati, che garantiscano a tutti coloro che si avvicinano all’associazione la possibilità di scegliere gli strumenti più efficaci per la loro crescita individuale e sociale.

ondaurbanatorino.jimdo.com/

Foxhound

It’s not a Live”

Potremmo spacciarli per un gruppo inglese. O tedesco. O australiano. Ma non lo faremo. Vuoi perché loro ci pensano da soli; vuoi perché in fondo non gliene importa molto. I Foxhound sono quattro ragazzi di diciannove anni, che alla loro età ne hanno trenta. Sono quattro musicisti stranieri con cittadinanza italiana.

Non un live convenzionale, non un concerto, non uno show….I Foxhound ci ricordano che si può fare a meno di classificare in categorie di sorta tutto ciò che raggiunge il nostro orecchio. Potremmo inventarci storie, ma non lo faremo. Ascoltateli, poi pensateci voi. www.foxhoundband.com/ http://www.youtube.com/user/foxhoundband

Nathalie Bernardi

“La figlia della vendetta” di Elena Mulè con Nathalie Bernardi

A-MORS E MORTE”

In questa rivisitazione del mito di Elektra l’accento viene posto sulla presa di coscienza della giovane protagonista, inizialmente intrappolata dal dolore del ricordo e sulla sua capacità di compiere il proprio destino a costo di un gesto estremo.Tutto si svolge nelle fredde segrete in cui Elektra vive rinchiusa da quando ha assistito alla morte di suo padre per mano della madre e del suo amante Egisto. La rinascita di Elektra e la rinascita di un regno, possono avvenire solo attraverso la dolorosa estirpazione del male.

Elektra è destinata a compiere questo atto rigenerativo.

Concepito e realizzato come performance fruibile da un solo spettatore alla volta, ponendo l’accento sul ribaltamento dei ruoli e sull’ambiguità “vittima -carnefice”

http://www.facebook.com/nathalie.bernardi.3

Sarah Bouillaud

“Siamo diventati delle pietre / We became rocks”

Sarah Bouillaud, fotografa francese presenta una serie di ritratti “mise en scène” tra realtà e finzione.

Una sera abbiamo smesso di pensare.

Dovevamo decollare e poi niente ha più avuto importanza.

Siamo diventati delle pietre, siamo diventati vuoti.

Il mondo affonda e noi rimaniamo sani e salvi.

http://www.sarabou.fr

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...